GDPR e siti web con Semantica

Si è parlato molto in questi ultimi mesi del nuovo regolamento generale sulla protezione dei dati, denominato GDPR, che entrerà in vigore il prossimo 25 Maggio e sull’impatto che avrà sui possessori di siti web di volume e di traffico più o meno grande.

La raccolta dei dati dei visitatori deve avvenire previo consenso da parte dell’utente e gli stessi dati raccolti devono essere archiviati in luoghi sicuri e con una scadenza. L’utente dovrà avere accesso in qualunque momento ai propri dati per controllare o togliere il consenso rilasciato. Molte integrazioni sono state fatte alla vecchia privacy che conoscevamo, per tutti i dettagli più approfonditi è consigliato accedere al portale ufficiale del garante della privacy.

Per chi ha un sito web con Semantica la questione è differente: non vengono archiviati dati sensibili dei propri visitatori e pertanto l’aver aggiornato in automatico – da parte nostra – la dicitura della nuova normativa è già sufficiente e tutelante.

Ovviamente, se si ritiene necessario un consulto con il proprio legale, per implementare la normativa sui vostri siti web, noi di Semantica restiamo a disposizione per aiutarvi ad implementarla nelle pagine.